Seleziona una pagina
Il lavoro è “personale” perché riguarda la singola persona ma quando si è o si ha “personale” è anche una questione collettiva

ULTIME VOCI

PERSONALE | CHIARA, 45 anni, fisico medico

PERSONALE | CHIARA, 45 anni, fisico medico

Un medico o un infermiere arrivano alla professione attraverso una sorta di “vocazione” che li rende pronti all’incontro con la malattia e con le persone malate; ma si può arrivare a lavorare in sanità facendo un percorso diverso: studiando Fisica, ad esempio, e seguendo un corso di specializzazione nel quale ci si prepara da un punto di vista scientifico a quasi tutto, quasi… È la storia di lavoro di Chiara, fisico, che forse avrebbe avuto anche una carriera da pianista ma poi ha fatto la sua scelta.

PERSONALE | ROSSELLA, 49 anni, amministratore di database

PERSONALE | ROSSELLA, 49 anni, amministratore di database

Ve la ricordate l’epoca della New Economy? Per il mondo del lavoro è stato un periodo rivoluzionario durante il quale una generazione di giovani ha trovato molte opportunità con buoni guadagni; ma quella rivoluzione si è portata dietro anche una certa fluidità attorno alla parola “dipendente”: chi è il tuo datore di lavoro? chi sono i tuoi colleghi? E che cosa vuoi dalla tua azienda oltre a uno stipendio? È la storia di lavoro di Rossella, ingegnere, che a un certo punto del suo percorso si è sentita incastrata.